Sanità, E. Russo: "Da incontro Lorenzin-De Luca nulla di fatto. Problema solo rinviato"

Sanità, E. Russo: “Da incontro Lorenzin-De Luca nulla di fatto. Problema solo rinviato”

"Pur essendo apprezzabile lo sforzo del presidente della Regione Vincenzo De Luca nel tentare di porre riparo ai danni causati dai commissari di governo nella sanità campana, siamo costretti a registrare un nulla di fatto dopo l'incontro di oggi con il ministro della Salute Beatrice Lorenzin". Lo scrive Ermanno Russo, vicepresidente del Consiglio regionale e componente della Commissione Sanità della Regione Campania, sulla sua pagina Facebook.

"Aver spostato la deadline per la firma dei contatti con la sanità accreditata dal 30 settembre al 15 ottobre non è certo una vittoria. Cosa cambia per i duemila lavoratori del comparto che hanno già ricevuto le lettere di mobilità? E cosa può mai cambiare per i centomila utenti che non potranno più beneficiare di prestazioni convenzionate ma dovranno pagarsele di tasca propria?", si chiede Russo.

"Spostare più avanti il problema, prendere tempo, rinviare le decisioni non è certo la soluzione che chiedevamo né tantomeno che ci aspettavamo. I commissari sono spariti, il Ministro non parla, è rimasto soltanto il povero De Luca con il fardello sulle spalle di un'emergenza che ora non è più soltanto sanitaria ma anche sociale", prosegue il vicepresidente del Consiglio regionale.

"Ci chiediamo ancora una volta se sia possibile in un paese che voglia dirsi civile come il nostro che un governatore e un ministro debbano riunirsi e affrontare problemi creati da commissari di governo. Il commissariamento deve terminare. Si azzeri tutto e si riparta. I problemi sono tanti ma almeno la Regione potrà affrontarli per quello che sono, senza doversi prima far carico delle storture prodotte dalla struttura commissariale", conclude Russo.

Commenta subito l'articolo con Facebook

Articoli Correlati

Close